giovedì 21 agosto 2008

sedici settembre 1999

delizia 'sì dolce s'accende e sfavilla
s'intende l'anelo nell'aria
l'ardore che soffia tra i rami
nell'acqua perpetua la luna che brilla
il sonno, celato nell'aria gioconda,
la veglia del cuore che palpita mesto.
il crepitio dell'anima
che passeggia d'autunno,
le labbra imbronciate,
accarezzate dall'ombra.
il risveglio, lontano dai sogni d'alcova.
le lacrime all'alba che addobbano i rami.
ma é dunque questo amare?
cadere addormentati nel grembo d'ogniddove?

martedì 5 agosto 2008

RICORDI

E SCENDONO BIANCHE
DAGLI OCCHI ARGENTATI
LE LAGRIME OPACHE DE' TEMPI PASSATI
DI PICCOLI ANZIANI CHE RIDON PIANGENDO
FRUGANDO NEL BUIO
PIANGENDO E MORENDO
E FRUSCIANO FRONDE
TRA NERE TEMPESTE
LE ANTICHE BALERE
L'ODORE DI FESTE
RIVIVON RICORDI DI SPENTI SORRISI
OR VECCHIO CHE MUORI
RICORDA QUEI VISI
CHE GIUNGONO GRIGI
A QUELL'ULTIMO FOSSO
CHE INGHIOTTE LA VITA
E NON PROVA RIMORSO.